Scala Difficoltà escursioni

Prima di affrontare le nostre escursioni verificare il grado di difficoltà e confrontarlo con il proprio grado di preparazione.
Per maggiore chiarimenti, registrandoti potrai  consultare la nostra piccola guida al trekking.

Legenda difficoltà delle escursioni
(riferimento scala difficoltà del Club Alpino Italiano)


T – turistica :  
facile, poco impegnativa, alla portata di tutti
E’ un itinerario non lungo su stradine o larghi sentieri sempre
evidente che non necessita di capacità di orientamento.
Non tocca mai quote elevate e richiede una normale preparazione
fisica alla camminata.

E – escursionistica :
facile, ma richiede un certo allenamento per la lunghezza del percorso e/o
dei  dislivelli da superare.
E’ un itinerario che si snoda su sentieri di ogni genere o su
tracce evidenti, anche su pascoli e non presenta di norma
tratti esposti o, nel caso di brevi passaggi o traversate su
ripidi pendii, presenta protezioni come barriere o cavi. Può
richiedere un certo senso di orientamento, come pure una
certa esperienza e conoscenza del terreno montagnoso e necessita
di allenamento alla camminata e di calzature ed equipaggiamento
adeguato.

EE – escursionistica per esperti :
impegnativa, richiede un buon allenamento e sicurezza nel superare tratti
di sentiero esposto;
E’ un itinerario che per la lunghezza ed il tipo di terreno implica
buona capacità di approccio ai vari tipi di fondo ed
ottima forma fisica. Si snoda su sentieri o tracce su terreno
impervio e/o infido; raggiunge di norma quote anche elevate
e può attraversare pietraie, brevi nevai non ripidi, pendii
aperti senza punti di riferimento e tratti rocciosi con lievi
difficoltà tecniche. Necessita di buona esperienza di montagna
e dell’ambiente alpino, passo sicuro ed assenza di vertigini,
nonché, di attrezzatura adeguata e conoscenza delle
tecniche di orientamento.

EEA – escursionistica per esperti con attrezzatura :
        molto impegnativa, da affrontare con attrezzature specifiche;
E’ un itinerario che si snoda su percorsi attrezzati o vie ferrate
su cui è indispensabile l’uso di imbracatura, moschettoni
etc.. E’ anche il caso di percorsi di difficoltà EE su cui è
indispensabile predisporre corde fisse per l’attraversamento
di piccoli tratti di nevaio non pianeggiante o brevi tratti esposti
su roccia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *