Parco della murgia materana: chiese rupestri, iazzi, masserie…

DOMENICA 05 DICEMBRE

Coordinatori :

  • Rocco Castellano cell. 3288474201
  • Donato Casamassima 3331166651

SCHEDA TECNICA:

  • Partenza da Matera: p/za Matteotti (auto proprie) ore 7.15
  • Inizio escursione ore: 8.00
  • Lunghezza percorso: Km. 14-15
  • Dislivello: mt. 200-300
  • Difficoltà: E (medio impegno)
  • Percorso ad anello: si
  • Presenza di sorgenti o fontane: no
  • Durata: 7-8 ore (soste comprese)
  • Fine escursione: 16.00-17.00
  • Arrivo previsto a Matera: 16.30-17.30
  • N° max partecipanti: 40

DESCRIZIONE ITINERARIO

Parcheggiate le auto tra la Masseria Passarelli e il Parco dei Monaci (a circa 150 m.di altitudine), si prende il sentiero che porta al torrente Gravina, superato il ponticello in cemento che guada il torrente, si prosegue sul vecchio percorso che da Matera portava a Ginosa. Dopo circa 200 metri, superata la Masseria Lamacchia, a sinistra, in leggera salita, percorriamo il sentiero verso il vigneto, visibile il recinto per la cattura dei cinghiali la cui presenza su tutta la murgia è in costante aumento.Proseguiamo fino a giungere al Vallone del Vitisciulo ( 290 m. ).
Dalla sommita’ del vallone bellissima veduta di Cristo la Selva , del vallone della Femmina, del canyon della Gravina con in lontananza lo Jazzo di Lamaquacchiola, la Masseria Passarelli e in lontananza, foschia permettendo, il Massiccio del Pollino . Visitiamo l’antico insediamento rupestre nel Vallone del Vitisciulo, conosciuto anche come villaggio Saraceno, un susseguirsi di grotte, jazzi, tombe scavate nella roccia, le chiese rupestri del Vitisciulo e San Luca ,la cui architettura rappresenta uno dei gioielli della Murgia. Risaliamo e riprendiamo il sentiero che va verso Masseria Selva Teresa ( 362 m. ) situata alla sommita’ del Vallone del Prete , si prosegue verso lo Jazzo di San Francesco, la Masseria di Mezzana di Ferro ( 392 m. ), la località detta Conca d’Oro, la Serra del Visciolo e il Vallone S. Bruno.
Superata la località Serra di Monsignore visiteremo il complesso rupestre della Madonna del Giglio, qui faremo la sosta pranzo . Dopo esserci riposati e rifocillati riprenderemo il vecchio percorso che da Matera portava a Ginosa in direzione del Casino Venusio situato nella murgia Selva Venusio vicino al vallone Madonna. della Loe nella Murgia S. Andrea e tenendoci in alto alla sua sinistra proseguiremo fino a raggiungere la Masseria Selva Venusio ( 302 m. ) risalente al 1700, qui oltre alla masseria con il suo torrione visiteremo un grande jazzo .
Riprendiamo il percorso verso Masseria Passarelli, superato un cancello di ferro verde, all’incrocio, prendiamo il sentiero sulla destra che va verso la Masseria di San Francesco di Caropreso fino a raggiungere un pozzo con pilastri laterali , ci dirigiamo verso il vallone sulla sua destra per arrivare allo Jazzo Nunziatella ( 335 m. ). A visita ultimata ritorniamo indietro fino all’incrocio e proseguiamo fino a raggiungere le auto nei pressi della Masseria Passarelli dove ha termine la nostra escursione.

NOTIZIE UTILI

  • L’incontro pre escursione si terrà venerdi 3 dicembre alle ore 20.00 presso la sede di vico Lombardi 3
  • Pranzo al sacco e scorta di acqua (almeno 1 litro)
  • Sono obbligatorie le scarpe da trekking o similari e si raccomanda abbigliamento adeguato alla stagione. Per la probabile presenza di fango si consigliano le ghette.
  • Il contributo liberale di partecipazione è di 1 € per i soci e di 6 € per i non soci da versare obbligatoriamente entro venerdi 3 in sede, contestualmente, i non soci, firmeranno la liberatoria prevista.
  • Le prenotazioni potranno essere effettuate telefonicamente entro venerdi 3 dicembre ai coordinatori .
  • Se le prenotazioni superano il n. di 40, si darà la precedenza ai soci , considerando il giorno della prenotazione
  • L’Associazione ed i coordinatori non sono responsabili di eventuali infortuni e/o incidenti che dovessero interessare i partecipanti all’escursione, prima, durante e dopo la stessa.
  • In caso di maltempo,l’escursione potrà subire variazioni oppure rinviata ad altra data.
  • È vietato raccogliere fiori o altre piante, siamo in un parco protetto

:: REGOLAMENTO ESCURSIONI ::

Il Direttivo ha approvato e predisposto il programma annuale delle escursioni individuando, tra i soci capaci e disponibili, i responsabili sezionali cui attribuire il compito di realizzare le singole attività.
Il programma riporta, per ciascun’escursione, il nome o i nomi dei relativi responsabili.
Il responsabile dell’escursione può non ammettere i partecipanti che a causa della scarsa preparazione, dell’inidoneo abbigliamento, dell’atteggiamento tenuto o di quant’altro, potrebbero influire negativamente sullo svolgimento dell’escursione.
Il responsabile dell’escursione può modificare il percorso di un’escursione programmata o di spostare o annullare la stessa a causa di sopravvenute necessità.
Il Direttivo può non ammettere nell’elenco i nominativi dei responsabili sezionali che nell’organizzazione di escursioni abbiano dimostrato scarsa attitudine e che non diano sufficienti garanzie, impedendo agli stessi di potersi proporre per nuove escursioni.

:: OBBLIGHI DEI PARTECIPANTI ::

– Partecipare alla riunione, quando prevista, per l’iscrizione all’escursione e versare la quota richiesta;
– Essere puntuali all’appuntamento;
– Essere fisicamente preparati ed in possesso di abbigliamento ed attrezzatura adeguati all’escursione;
– Attenersi esclusivamente alle disposizioni impartite dal responsabile non abbandonando il sentiero ed il gruppo se non preventivamente autorizzati e collaborando per la migliore riuscita dell’escursione;
– Prevedendo l’utilizzo della propria autovettura, presentarsi al raduno già riforniti di carburante.
– Essere a conoscenza del presente regolamento ed accettarlo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *